mercoledì 26 ottobre 2011

Meno tre

Ancora tre post dopo questo, giusto per tirare le somme. Avrei potuto chiudere tutto già da un po’.
Nessuna crisi, né noia, né altre lamentele in cerca del “ti prego continua”.
Semplicemente, la storia è finita. Quella virtuale, almeno. I miei post sono scollegati dagli eventi, scrivo sempre dopo qualche tempo che si sono verificati. Se sono tornata a scrivere qui è perché ci avevo quasi (ripeto, quasi) fatto l’abitudine. E io sono abitudinaria. Sarà difficile dire addio.
Il mio rapporto con Y ha trovato una nuova svolta. Una delle tante che caratterizzano il nostro rapporto tormentato, coi suoi alti e bassi. Con la voglia di complicità e l’affetto, ma anche con le piccole invidie e le forzate sopportazioni, come penso sia normale tra sorelle.
Questo nuovo capitolo va vissuto lontano da tastiere e illusioni. Niente bit, né autocommiserazione.
Solo aria e carne, mani nelle mani, corde vocali e timpani, occhi che guardano altri occhi.
Penso di essere cambiata, ma mi sto dilungando in queste parole finali.
È evidente: odio ancora gli addii.

13 commenti:

  1. In bocca al lupo per tutto allora!
    -3

    RispondiElimina
  2. giusto....occhi negli occhi e soprattutto orecchie per ascoltare, non stancarti mai di parlare di cercare una forma di confronto quando ti è possibile e anche di Ascoltare....Buona vita! ;)

    RispondiElimina
  3. Che tutto vada per il meglio. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Mi spiace che chiudi questo posticino. In realtà non credo fosse realmente il contenuto dei post ad attirare tanta gente, ma il tuo modo bellissimo di scrivere e di raccontare. Continuo a ripetere (mi sa che te l'ho detto quando hai aperto XD) che se ti trovi una bella storia e ci scrivi su un bel romanzo, potresti farti un bel pò di quattrini. Basta che poi ci fai sapere il titolo del libro così lo compriamo ad occhi chiusi, ormai sappiamo che il tuo stile ci piace. :P
    Buona fortuna con Y! ;)

    RispondiElimina
  5. mi spiace se te ne vai, ma sono molto felice per te, vuol dire che non ne hai piu' bisogno e, forse, e' un buon segno.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Stai facendo la cosa giusta. Puoi sperare di evitare l'alterazione percettiva. E poi un affetto si merita di più che un dialogo a distanza. Auguri per la tua guarigione.

    RispondiElimina
  7. invece io gli addii li amo, sono così struggenti...comuqnue nonostante tu non sia in cerca di commiserazione io ti dico di non chiudere...un blog è una finestra sul mondo non è certamente il mondo...baci ady

    RispondiElimina
  8. Non mi sono mai piaciuti gli addii, troppo tristi per i miei gusti e per il mio modo di vedere la vita. Sono ripetitiva, lo so, lo hanno già detto tutti, ma mi dispiace che chiudi questo spazio così intimo. Dici tutto non dicendo niente, credo che tu mi abbia capito. Peccato... un abbraccio.
    Buon... tutto!

    RispondiElimina
  9. Anche se non ho commentato spesso, più che altro perché non sapevo mai cosa dire, ho adorato sin dall'inizio il tuo stile: sai ammaliare la gente con le parole e si vede!
    Quindi se hai tempo continua a scrivere ma è giusto che sia arrivata l'ora di chiudere il blog se sei entrata nella fase successiva: Buona fortuna!! ;)

    RispondiElimina
  10. Ma perché non scrivi per te, di te... sei brava.. infondo c'è molto, oltre mister Y! ;-)

    RispondiElimina
  11. @Sara: povero lupo!!
    @mafalda1980 & Ilia Dianthe: :*
    @luly: ok!! :D
    @Isola Country: buona vita anche a te! ^^
    @Erika Scatena & Asile Day: vi stringooo!
    @Madoka: non penso sia così facile! :P
    @Romano Scuri: posso sperare di?
    @ady happyborn: e allora addiooooo!! :P
    @Laura Rossiello: ma io ho detto un sacco di cose! :P
    @Carolina Venturini: mister Y?? O___o

    RispondiElimina